Castro, Gallipoli, Nardó e Salve, grande successo alla ITB con Salento d’Amare

Successo e riscontri alla più importante fiera del settore turistico a livello mondiale per quattro comuni salentini rappresentati dal marchio d’area Salento D’Amare. Prossimi appuntamenti, Rimini e Londra.

0

 

109.000 operatori dal mondo del turismo e 10.000 espositori provenienti da 187 paesi e 160000 visitatori in cinque giorni. Sono questi i principali numeri di ITB Berlino, il più importante marketplace dell’industria del turismo europeo e mondiale, che si sta concludendo in queste ore a Berlino. Grande successo per i quattro i comuni salentini rappresentanti dal marchio d’area Salento D’Amare: Gallipoli, meta più gettonata nella Top 10 nazionale e internazionale delle destinazioni estive per i viaggiatori italiani nel 2017; Castro, eccellenza nella proposta turistica balneare ma anche storico-culturale, con la presenza di importanti scavi archeologici; Nardò, cittadina dall’imponente centro storico e​ dalle coste altrettanto meravigliose (da Sant’Isidoro a Santa Maria al Bagno, passando per Santa Caterina)​; e poi Salve, gioiello​ con ​Pescoluse, Posto Vecchio, Torre Pali e Lido Marini, spiagge ​caratterizzate da acque limpide e sabbia dorata.

Da parte sua, Salento D’Amare è oggi il brand più noto e maggiormente identificativo del territorio salentino che ha contribuito a conferire al Salento una notorietà del tutto nuova, non soltanto in Italia, ma anche all’Estero. Il marchio “Salento d’amare” è uno strumento efficace e riconoscibile di promozione territoriale. Tre i settori di intervento più importanti: accoglienza turistica, promozione dei prodotti tipici della tradizione salentina, valorizzazione di beni artistici e culturali.

Nei cinque giorni di fiera, dall’8 all’11 marzo 2018, i Comuni salentini hanno potuto, all’interno dello stand della Regione Puglia, incontrare operatori del settore e presentare le proprie proposte turistiche nel corso di b2b e incontri con la stampa. La fiera è stata anche l’occasione per visitare stand stranieri, confrontarsi con il meglio della proposta turistica a livello mondiale, allacciare rapporti, scambiarsi buone prassi, ragionare in termini di rete. Importante, ad esempio, è stato il confronto con alcuni operatori lombardi per l’avvio di progetti congiunti nell’ambito di “Double your journey”, il progetto di accordo tra Regione Puglia e Regione Lombardia, siglato un mese fa nel corso della BiT di Milano. Cinque giorni, dunque, di grande fermento, di lavoro intenso, di prospettiva importante.

I comuni sono stati supportati dallo staff Salento D’Amare (e per la comunicazione da Salento Dove, magazine ufficiale del marchio d’area), che ha provveduto all’organizzazione degli incontri con gli operatori e con la stampa.

Per Vincenzo Passaseo, Sindaco di Salve, “La prima volta di Salve alla ITB di Berlino, si è rivelata di straordinario interesse per la promozione turistica del nostro territorio e più in generale della Terra di Leuca. Una occasione importante per far conoscere, oltre il nostro splendido mare, le nostre incantevoli bellezze paesaggistiche e archeologiche, nonché la nostra enogastronomia, all’interno della grande vetrina internazionale della fiera di Berlino. Tutto ciò, grazie alla competenza e professionalità dello staff di Salento d’Amare, ha creato nuove opportunità per le nostre attività turistiche che consentiranno di conquistare altri mercati”.

Per Stefano Minerva, Sindaco di Gallipoli, “Berlino rappresenta una tappa importante per Gallipoli: rientra nel piano di destagionalizzazione che da quasi due anni stiamo portando avanti. La nostra città non ha bisogno di presentazioni e splende di luce propria: tutto quello che c’è da fare è avvicinare il target estero che è una fetta di mercato importante e che permette un turismo realmente spalmato in tutti i mesi dell’anno. Già dallo scorso anno, Gallipoli ha registrato il pieno delle presenze a partire da maggio: questo vuol dire che la presenza nelle fiere è fondamentale e, nel caso di Berlino, necessario. Crescere vuol dire andare avanti e guardare lontano, presuppone una forte rete e una strategia precisa. Ora iniziamo a raccogliere i frutti”.

Bilancio più che positivo anche per Giulia Puglia, Assessore al Turismo, allo Sviluppo Economico e al Commercio del Comune di Nardó, presente personalmente a Berlino: “Il bilancio della nostra presenza alla borsa di Berlino è assolutamente positivo. Ho incontrato e avviato rapporti di collaborazione con decine di soggetti, soprattutto tour operator interessati a itinerari che intersecano Nardò e il nostro territorio. Ho notato una preferenza degli americani per la nostre eccellenze della enogastronomia, così come delle riviste tedesche per i percorsi naturalistici e per il mare. Portoselvaggio, ovviamente, si conferma un autentico asso nella manica, la nostra straordinaria “cartolina” che magnetizza i viaggiatori di tutto il mondo. Mi ha sorpreso anche l’interesse di semplici turisti attratti in generale dalla nostra offerta e molto incuriositi dalla rete museale, che è la vera novità del territorio. Devo dire che questo connubio con Salento d’Amare e Salento Dove è stato molto proficuo e mi auguro che in futuro si possa tornare a ragionare su iniziative comuni”.

Infine, ottima esperienza anche per Alberto Antonio Capraro, vicesindaco e assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Castro: “Siamo soddisfatti del lavoro svolto alla Borsa Internazionale del Turismo di Berlino. La prima partecipazione del nostro comune è la prova di quanto l’Amministrazione sia attenta alla promozione del suo territorio. Un ringraziamento particolare a Salento D’Amare e il suo staff, la cui disponibilità e competenza hanno contribuito al raggiungimento di importanti risultati. Il colloquio con molteplici operatori di tutto il mondo ha permesso di far conoscere chi siamo e cosa offriamo. Questo confronto ci ha inoltre dato la possibilità di apprendere molto e costituire una rete di rapporti internazionale. Auspichiamo che numerosi tour operator inseriscano Castro fra le loro mete da proporre ai turisti. Questo impegno segue quello di Milano per quanto riguarda le fiere ed è coerente con il programma di questa Amministrazione. Nuove sfide e momenti di confronto ci attendono per portare Castro all’altezza della sua storia e della sua fama”.

Per Salento D’amare la riprova di rappresentare un grandissimo strumento di promozione territoriale, non solo nel territorio salentino ma soprattutto oltre confine. Prossimi appuntamenti, al TTG di Rimini dal 10 al 12 ottobre e al WTM World Travel Market di Londra dal 5 al 7 novembre.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi