Da Obama all’Arcuri

0

Le idee dolciarie di Angelo Bisconti

Lo chiamano il Re del Pasticciotto, il più popolare pasticcere salentino che ha saputo innovarsi e far conoscere il dolce leccese in giro per il mondo, dall’America alla Cina e sulle navi da crociera. L’idea vincente di Angelo Bisconti è nata per caso, nel 2008, quando nel suo laboratorio a Campi Salentina decise di impastare la pasta frolla con il cacao e la crema con il cioccolato, dando origine al “pasticciotto Obama”, ispirato all’ allora neoeletto Presidente degli Usa.

Angelo-Bisconti

Siamo diventati famosi con un’idea che non è poi così stupida, siamo stati invitati all’ambasciata a Washington. Non era possibile portare il pasticciotto ma siamo riusciti a far arrivare la voce al Presidente che conosce la nostra storia. A Roma, invece, in occasione della visita di Obama abbiamo portato cinquemila pasticciotti. Ho portato in auge questo dolce che prima non conosceva nessuno ed oggi invece lo conoscono in molti – ci racconta Angelo all’interno di “Chèri”, oggi diventato un impero che sforna migliaia di prodotti al giorno.

Culetti_ArcuriDa quel giorno la sua vita professionale è cambiata radicalmente: lunghe file fuori dalla sua pasticceria “Cheri”, viaggi all’estero, ospitate e tanta pubblicità, oltre all’emulazione dei colleghi che si sono sbizzarriti con nuove varianti del pasticciotto, tanto da spingere Angelo a brevettare la sua trovata. Grazie alla mia idea ho riportato la creatività nei laboratori. Oggi vedo i pasticceri inventare, mentre prima per duecento anni siamo stati fermi”.

Insomma quella che sembrava essere un’ idea simpatica ed originale si è dimostrata una più che vincente strategia di marketing che ha aperto le porte della popolarità ma soprattutto dei nuovi mercati: Ho scelto di non fare il passo nei mercati esteri perchè ho preferito conservare il prodotto salentino, originale e autentico. Ma ho viaggiato molto ed insieme al pasticciotto ho portato in giro la Puglia il Salento, ho investito sul prodotto e su un intero territorio. Non l’ho fatto solo per me, l’ho fatto anche per tutti i miei colleghi. 

In casa Bisconti l’originalità non dà tregua ed ecco sfornata la nuova trovata dolciaria del maestro, questa volta però in pasta di mandorla: il “Sederino dell’Arcuri”, ispirato alla statua di Porto Cesareo. Dopo aver ottenuto il consenso dell’attrice italiana a immortalarle il lato B, Angelo propone il suo dolce vip che ha già riscosso molto successo. Cosa si inventerà la prossima volta? Attraverso la pasticceria si possono raccontare i territori, lo si può fare assegnando ad ognuno il profumo che lo caratterizza. Sarà forse un indizio?

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi