Dallo storico marchio FENDI alla passione vinicola

0

Il mondo tra Fashion & Wine di Anna Fendi

anna fendi

di Marianna Miceli

E’ la storia della moda italiana, il volto che ha dettato legge nel mondo del fashion e dell’interior design made in Italy, lo stile, l’eclettismo e la raffinatezza incarnati in una donna dal fascino immenso. Con grande onore, al mio fianco in front row alla Serbia Fashion Week 2017, mi ritrovo Anna Fendi, stilista e imprenditrice italiana, che, insieme alle sorelle Alda, Carla, Franca e Paola, ha fondato lo storico marchio Fendi  che oggi gestisce diversi progetti nel mondo della ristorazione e della selezione vinicola. Non posso non chiederle di rilasciarmi un’intervista per il mensile Salento Dove, e lei con grande eleganza, mi sorride e annuisce. La mia curiosità incalza e comincio a tempestarla di domande.

Chi è Anna Fendi?

Un’artigiana della moda, che ha sempre affrontato con entusiasmo, dedizione e impegno ogni nuova sfida.

Signora Fendi, lei è l’emblema delle tre “F” del Made in Italy, senza aggiungere che anche il brand Fendi è una “F”…

(Sorride) E’ vero, ho lasciato la moda da 15 anni, ma subito dopo mi sono dedicata prima alla ristrutturazione di una villa di famiglia facendola diventare una piccola residenza di charme con un ristorante stellato e infine,

pastedimage fendicon mio marito Pino Tedesco, appassionato del settore, abbiamo realizzato una deliziosa collezione di Vini. In Italia i vini rappresentano come la moda un eccellenza e abbiamo selezionato un vitigno per ogni regione che rappresentasse il miglior prodotto di quella terra. E’ nata una collezione ampia e ben definita che ci ha permesso anche di esportare le nostre bottiglie in alcuni paesi del mondo.

Quale è il settore che l’ha appassionata? 

Ogni volta ho affrontato un impegno con determinazione e passione, dimenticando il precedente, perché io guardo sempre avanti, mai indietro! Comunque la mia grande passione è sempre stata l’interior design e per questo oggi ho scelto di dedicarmi principalmente a questo.

Sempre amorevolmente al fianco di sua moglie, dr. Tedesco, mi rivolgo a lei e le chiedo: quale vitigno avete selezionato per la Puglia? Anna anticipa il marito, dicendo: Lui è un buon intenditore e ha selezionato il meglio! Pino sorride affabilmente:

Ho selezionato un Primitivo di Manduria, un vino robusto, corposo, secco, di un bel colore rosso cardinalizio e di un buon profumo di visciole. Ideale per i primi piatti ben conditi e della tradizione pugliese, si abbina benissimo anche ad arrosti e formaggi stagionati

aggiunge con tono meno professionale.

Terminata la sfilata, Pino mi offre in degustazione un calice di Tweed, ovvero il Primitivo di Manduria che mi aveva poco prima raccontato. Con stupore comprendo che la moda ritorna e che il nome di ogni etichetta non a caso evoca un tipo di tessuto. Un’idea bellissima che abbina Food & Fashion: non posso non raccontare allora ai miei interlocutori del format MadMood, che offre l’opportunità a giovani designer di presentare a Milano un proprio outfit ispirato al Cibo Italiano. Chiudo con un ultima domanda …. Anna Fendi Venturini… sarà la prossima ambasciatrice di MadMood ?

You might also like

Questo sito utilizza strumenti per il tracciamento delle informazioni sulla provenienza degli utenti Dettagli

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi