Come bianchi di farina. Luoghi e borghi della Terra di Castro

dav
0
Sto caricando la mappa ....

Data: 30 luglio 2018
Ora: dalle 00:00 alle 19:30

Luogo: Castello Aragonese di Castro

Tipo di evento: Spettacoli


Lunedì 30 Luglio, alle ore 19.30, presso il Castello Aragonese e Museo archeologico di Castro, si terrà la presentazione dell’ultimo lavoro promosso e finanziato dal Collegio: il volume “Come bianchi di farina. Luoghi e borghi della Terra di Castro” a cura di Piero Pascali (disegnatore), Daniele Capone e Angelo Lazzari. Il libro, 238 pagine, fa partedella collana “Cultura e Storia” della Società di Storia Patria di Lecce diretta da Mario Spedicato (docente di Storia moderna presso l’Università del Salento) ed è pubblicato da Giorgiani Editore.

«Abbiamo scelto di dare sostegno ad un progetto editoriale di ampio respiro – sottolinea il presidente del Collegio Geometri di Lecce Luigi Ratano– con l’obiettivo di raccontare al pubblico le tante bellezze della nostra provincia attraverso uno strumento antico e peculiare per noi geometri: il disegno. ‘Come bianchi di farina’ è infatti il primo di otto agili volumi, ciascuno dedicato ad una specifica zona della penisola salentina, dove i disegni sono accompagnati da testi esplicativi e saggi di approfondimento. Parliamo di centinaia di disegni che raffigureranno gli angoli, i monumenti e gli edifici più interessanti dei tanti centri abitati della provincia salentina: città, paesi, borghi e frazioni. Un lavoro unico nel suo genere».

«Sono previsti otto volumi da pubblicare nei prossimi tre anni, tra i quali la città di Lecce e il suo hinterland, le terre d’Arneo, la costa gallipolina, le Murge salentine, la Grecìa salentina, Otranto e il suo territorio, il Capo di Leuca», spiega Eugenio Rizzo, presidente emerito del Collegio. «Il nostro obiettivo è produrre qualcosa di più di una guida: offrire informazioni e spunti di approfondimento che servano a conoscere il Salento in profondità, andando alle radici della sua storia millenaria».

 

«Si parte, con questo volume, dall’area di quella che fino al 1818 costituì la Diocesi di Castro, comprensiva dei territori appartenuti all’antica omonima Contea (oltre a Castro, Minervino di Lecce, Specchia Gallone, Cocumola, Poggiardo, Vaste, Santa Cesarea Terme, Cerfignano, Vitigliano, Ortelle, Vignacastrisi, Diso, Marittima, Andrano, Castiglione, Spongano, Surano e Nociglia)», scrive nell’introduzione del libro il professore Mario Spedicato, presidente della Società di Storia Patria di Lecce, che aggiunge: «Si pensa di proporre ai lettori, agli appassionati, ai turisti, ai residenti o ai semplici curiosi un’opera unica e originale che, alla fine del percorso, sarà composta da centinaia di gradevoli disegni, da informazioni essenziali e storicamente fondate, da saggi di facile lettura. Un Salento come mai è stato raccontato».

Nel corso dell’incontro di presentazione, porteranno il loro saluto il sindaco di Castro, Luigi Fersini, l’assessore regionale Sebastiano Leo, il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, il presidente del Collegio Geometri di Lecce, Luigi Ratanoe il presidente emerito dello stesso Collegio, Eugenio Rizzo. Seguiranno gli interventi di Mario Spedicato, docente UniSalento e presidente della Società di Storia Patria di Lecce e degli autori del volume. Conclude Giovanni Spedicati, della Società

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta