Gallipoli, terra di remota felicità

Miti, leggende, mare e corti nella città più turistica d’Italia

0

 

“Gallipoli è terra di remota felicità in cui i miti, leggende, mare, palazzotti, chiese, corti e verande fiorite, sono frutto di un secolare collettivo immaginario calcinato sui fondi di carparo arsi dall’umido caldo sciroccale”

Così lo storico Elio Pindinelli definisce Gallipoli, la Perla per lo Ionio per antonomasia, la ‘città più bella del mondo’ così come definita dall’attuale Sindaco Stefano Minerva.

Gallipoli, bella d’estate e dal singolare fascino invernale, offre ai visitatori uno scenario unico nel suo genere in grado di combinare colori, sapori e tradizioni. Di origini antichissime, la città nei secoli è anche stata centro nevralgico per il commercio dell’olio ‘oju’ lampante nel ‘600, di cui restano a testimonianza i numerosi frantoi ipogei tutt’oggi visitabili; il centro storico di Gallipoli altro non è che un isolotto sul mare, collegato alla terraferma da un ponte che, attraversandolo, conduce il visitatore in un’altra dimensione. Tra il sacro delle numerosissime chiese e il profano dello storico Carnevale, tra il verde del Parco Punta Pizzo al blu del mare che circonda Gallipoli, dal il suo borgo antico all’Isola di Sant’Andrea, chiunque potrà godere della singolare bellezza della cittadina ionica.

Gallipoli dal 2017, anche “città della Poesia”, è meta culturale, del divertimento giovanile e del turismo sportivo, grazie anche all’ospitalità garantita a competizioni di  livello mondiale. 

 

You might also like

Questo sito utilizza strumenti per il tracciamento delle informazioni sulla provenienza degli utenti Dettagli

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi