Il maiale salentino Or.Vi tra benessere e qualità. Intervista al prof. Carluccio

0

Da anni ormai le scelte dei consumatori si orientano verso alimenti più sani, più nutrienti, più gustosi, ottenuti con metodi più rispettosi dell’ambiente e del benessere animale. La Fiera di Ortelle si caratterizza proprio per questa attenzione. Ce lo spiega il Prof. Augusto Carluccio, Preside della Facoltà di Veterinaria dell’Università di Teramo, che vigila sul disciplinare Or.Vi, realizzato per garantire salubrità agli animali allevati e qualità al consumatore.

Prof. Carluccio, qual è la peculiarità del maiale salentino Or.Vi?
Il “maiale salentino Or.Vi.” e il suo sistema di allevamento si caratterizzano come “allevamento tradizionale”. Si tratta di pratica zootecnica caratterizzata da un numero ridotto di animali che, per lo più, vanno a costituire l’auto-approvvigionamento della famiglia e la vendita locale. I lattoni sono acquistati da altre aziende o nati in sede, sono allevati garantendo un’alimentazione aziendale mediante sottoprodotti agricoli, integrati da crusca, mais, grano, fave e siero di latte. Questa tipologia di allevamento ha il vantaggio di avere aziende con un basso numero di capi stabulati in ricoveri idonei, quindi è un allevamento a basso impatto ambientale.
È dunque una questione di benessere dell’animale e di tracciabilità…
Esattamente. Ogni singolo capo, all’arrivo nelle aziende che partecipano alla Fiera regionale di S. Vito, è identificato, e l’alimentazione dei soggetti è monitorata controllando il cartellino delle materie prime utilizzate per la razione. È valutato il benessere animale e la tracciabilità sia durante il periodo di allevamento, sia durante il trasporto. I prodotti sono valutati qualitativamente con l’ausilio di metodiche avanzate, fornite dalla Facoltà di Medicina Veterinaria di Teramo.

Possiamo dire che la Fiera di Ortelle si caratterizza per un mix di innovazione e tradizione?
Decisamente. Durante la Fiera di San Vito vengono servite diverse preparazioni tipiche che valorizzano la qualità del maiale OR.VI. L’obiettivo del Comune di Ortelle e di tutti gli allevatori è di offrire al consumatore un prodotto controllato fin dall’origine, con delle particolari proprietà organolettiche recuperando, nel contempo, il gusto e il sapore di un tempo.

You might also like

Questo sito utilizza strumenti per il tracciamento delle informazioni sulla provenienza degli utenti Dettagli

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi