La Pizzica delle tarantolate salentine

0

Negli ultimi anni si è diffuso un rinnovato interesse per la “pizzica”, un fenomeno culturale che ha radici molto antiche. Nel XIX secolo il tempo era dettato dai ritmi contadini della vita nei campi. Quando si andava a lavorare in campagna il rischio di essere morsi dalla “tarantola”, un ragno velenoso all”epoca molto diffuso nel Salento, era molto alto. Il morso avvelenato induceva il povero malcapitato ad uno stato di malessere così grave da portare alla trance. Molto spesso erano proprio le giovani donne salentine ad essere le vittime prescelte dal ragno, morse durante il loro lavoro nelle piantagioni di tabacco. Lo stato modificato di coscienza in cui cadevano le “tarantolate” era molto simile a ciò che Freud avrebbe definito “isteria”. L”unico modo per svegliarsi dalla trance era ascoltare la musica: in quest”occasione la “pizzica” o “pizzica tarantata” veniva suonata dai familiari e dai vicini di casa, accorsi per aiutare la povera ragazza in preda agli spasmi causati dal veleno. In cerchio si suonava e si cantavano le canzoni in “dialettu” finché la ragazza si risvegliava sfinita. Il potere taumaturgico della musica era così forte da portare alla guarigione esorcizzando il male.
Oggi, quando si cerca di interpretare questo fenomeno culturale, si ipotizza che abbia a che fare con la situazione culturale di svantaggio delle donne, senza voce in una società che le relegava in uno spazio domestico ristretto e ad un lavoro spossante nei campi; esse trovavano una voce sociale nel fenomeno della taranta, culturalmente accettato da tutti. La pizzica nasce come il ballo di accompagnamento alla musica contadina nel fenomeno del tarantismo e si evolve nel tempo in un ballo di coppia e di corteggiamento, caratterizzato da movimenti lenti e studiati di polsi e mani, passettini lenti, atteggiamenti di fuga, inseguimento e accettazione. La pizzica si incarna allora nella sensualità femminile di ampie gonne, capelli sciolti e sguardi sfuggenti.

You might also like

Questo sito utilizza strumenti per il tracciamento delle informazioni sulla provenienza degli utenti Dettagli

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi