“Le fumatrici di pecore” e “Romanzo di Infanzia” a Novoli

0

La ricca rassegna del Teatro del comune salentino, promossa dal Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con la residenza artistica di Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo teatro, propone due spettacoli diretti da Michele Abbondanza che vedono in scena Antonella Bertoni.

Sabato 4 e domenica 5 marzo la rassegna del Teatro Comunale di Novoli, promossa dal Teatro Pubblico Pugliese, in collaborazione con la residenza artistica di Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo teatro, prosegue con un doppio appuntamento della compagnia Abbondanza/Bertoni, una delle realtà artistiche e produttive più prolifiche del panorama nazionale, fondata e diretta dal danzatore, coreografo e regista Michele Abbondanza, uno dei pionieri del teatro-danza italiano, e dalla danzatrice Antonella Bertoni. Sabato 4 marzo (ore 21 – ingresso 10/8 euro) in scena lo spettacolo “Le fumatrici di pecore”, un duetto al femminile in cui le sequenze coreografiche danno voce a un vissuto condivisibile non solo dalle due interpreti – la Bertoni è affiancata da Patrizia Birolo – ma da tutto il pubblico. Domenica 5 marzo (ore 17.30 – ingresso 5 euro) per la rassegna “Ci vuole un fiore – a teatro con mamma e papa”, spazio ad uno degli spettacoli storici più belli del panorama italiano del teatro ragazzi. Romanzo d’infanzia – che festeggia il suo ventennale con oltre 700 repliche – è interpretato con leggerezza tra teatro e danza dagli stessi Abbondanza e Bertoni.

«Da sempre affascinati dalle forme e dal multiforme, iniziamo una collaborazione con un’interprete straordinaria (“fuori dall’ordinario”): lei portatrice sana di una diversa abilità, noi portatori malati della nostra salute. Proveremo a scambiarci le rispettive portate», sottolinea Abbondanza presentando Le fumatrici di pecore. L’incontro tra Antonella e Patrizia avviene durante alcuni laboratori alla Girandola di Torino, struttura operante nel settore teatro e disabilità. «Guardandola lavorare ho colto con intensità quanto un corpo e una persona potessero esprimere un umore “ballerino”. Mi è parso di intravedere la sua vita essere una mancanza della sua vita, e questo ha causato in me un disorientamento. Da qui il desiderio di scrivere una partitura con lei. Un viaggio tra le immagini è sempre un incantamento, dove il cammino tra un essere e l’altro si fa più corto», sottolinea invece Antonella Bertoni. «Le sequenze coreografiche, le brevi storie di relazione, saranno occasioni preziose per riscrivere altre più vecchie storie. Senza descrivere né commentare, registreremo gli accadimenti come specchi puliti, pellicole vergini, superfici vuote senza perdere l’incertezza, cosa preziosa della vita».

Romanzo d’infanzia è uno spettacolo mitico che ha inaugurato la stagione della danza dedicata ai più piccoli. L’infanzia è il diamante della nostra vita, è grezza e abbagliante. Si può scheggiarlo e offuscare la potenza della sua luce. E questo è male? Non so, ma fa male, molto male. Se è vero che d’amore si può impazzire è ancor più vero che senza amore si diventa matti e infelici. E che disastro i bambini senza amore o con troppo amore.
 Tra gli eterni deboli ci sono i bambini. Questo lavoro parla del disagio infantile all’interno dei rapporti primari-affettivi, della violenza fisica e psicologica che l’infanzia subisce a casa o nelle istituzioni, del delitto di non ascoltare i propri figli, di colpe senza colpevoli. Una dedica a tutti coloro che non possono fare a meno dell’amore.

Michele Abbondanza – in questi giorni ospite dell’Accademia Mediterranea dell’Attore diretta da Franco Ungaro – insegna alla scuola di Teatro Giorgio Strehler (Piccolo Teatro di Milano) e tiene numerosi laboratori in Italia e all’estero. Per il regista insegnare vuol dire far passare dei segni. Da corpo a corpo. Un modo di fare scuola strettamente legato al palcoscenico, inteso come luogo di azioni e di sentimenti, nel tentativo di un sentire alto e altro. Studia a New York nelle scuole di A. Nikolais e M. Cunningham e lavora e collabora con Carolyn Carlson a Venezia e a Parigi. È considerato uno dei fondatori storici del teatro-danza italiano, (Il Cortile, Sosta Palmizi) e con Antonella Bertoni crea la Compagnia Abbondanza/Bertoni, una delle realtà artistiche e produttive più prolifiche del panorama nazionale.

La compagnia 

La Compagnia Abbondanza/Bertoni – nata nel 1988 e oggi in residenza al Teatro alla Cartiera di Rovereto – dopo quasi trent’anni di attività in Italia e all’estero con circa quaranta creazioni è riconosciuta come una delle realtà artistiche più importanti e vitali del panorama italiano. Significativo è il loro percorso di formazione pedagogica e di ricerca nell’ambito della coreografia e drammaturgia contemporanea. Nel 2008 nasce Scuola d’Azione, uno spazio teorico e fisico per la formazione e la trasmissione del loro insegnamento, rivolto ad adulti e giovani, attraverso lezioni e seminari di approfondimento a cadenza regolare, presso la sede della compagnia. Frutto naturale di Prime Azioni, formazione rivolta ai più piccoli, è la Compagnia Abbondanza/Bertoni i bambini , un progetto ambizioso di costituzione di un nucleo stabile di giovanissimi, che porta alla presentazione di alcuni lavori su palcoscenico rivolti rigorosamente ad una platea di pubblico adulto, e che individua la sua vera natura e il suo senso più autentico nel percorso che si compie, nel processo di costruzione di un’opera.

La stagione

La stagione proseguirà sino al 27 maggio. La sezione dedicata al teatro proporrà tre spettacoli: Un principe, ispirato dall’Amleto di Shakespeare della compagnia Occhi sul mondo di Perugia con la regia di Massimiliano Bruni (18 marzo), Suoni emozioni, un divertentissimo omaggio a Battisti e Mogol di Maria Cassi, una delle più grandi attrici clown italiane, fondatrice della compagnia Aringa e Verdurini (1 aprile), La sorella di Gesucristo, il nuovo capitolo della trilogia della provincia di Oscar De Summa, tra i maggiori talenti teatrali degli ultimi anni, finalista del Premio Ubu nel 2015 e vincitore del premio Hystrio Anct nel 2016 (29 aprile). Novoli Sounds Good accoglierà invece alcune proposte musicali pugliesi. Dopo Marco Bardoscia e Carolina Bubbico (25 febbraio), Mirko Signorile e Redi Hasa (25 marzo) e Rocco Nigro e Renato Grilli (6 maggio). Il Teatro per diletto è invece “un cartellone nel cartellone” dedicato alle compagnie amatoriali. In scena Makaria teatro con Sarto per Signora (12 maggio), Sulamente a na cosa nun c’è rimediu della compagnia Mario Teni (20 maggio) e Storie di donne – primostudio del Teatro delle Rane (27 maggio). Sino al 23 aprile prosegue anche la quinta edizione di “Ci vuole un fiore – a teatro con mamma e papa”, la rassegna dedicata alle famiglie che propone un ricco cartellone di spettacoli capaci d’incantare grandi e piccoli. Domenica 19 marzo spazio ai Cantieri Teatrali Koreja con Operastracci per la regia di Enzo Toma, suggestivo e poetico omaggio alla famiglia e all’Opera. Domenica 26 marzo ancora un riadattamento di una fiaba con La regina delle nevi – Piccola Operino Rock della compagnia Armamaxa. Il 9 aprile, il delicatissimo Ahia! dei Teatri di Bari che cerca di ripercorrere con una meravigliosa interprete come Lucia Zotti il senso della vita. Chiude la rassegna il 23 aprile la nuova creazione di Principio Attivo Teatro con Il principe felice con lieto fine, riscrittura dell’omonima fiaba di Oscar Wilde.
Biglietti
Teatro e danza – 10 euro (ridotto 8 euro)
Musica – 6 euro
Teatro per diletto – 6 euro
Ci vuole un fiore – a teatro con mamma e papà – 5 euro
I biglietti ridotti saranno concessi ai giovani under 25 anni e alle persone di oltre 65 anni, ai giornalisti iscritti all’ODG Puglia, ai possessori di Ikea Family Card, Card Socio Coop Estense, Carta Più La Feltrinelli, AgisCard, ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia, Capitanerie di Porto – Puglia,
ai soci Touring Club Italiano e agli associati FITA Puglia.

La biglietteria del teatro resterà aperta il giovedì dalle 16.30 alle 19.00 e il giorno dello spettacolo serale dalle 18.00 ad inizio spettacolo.
La domenica di spettacolo dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 16,00 ad inizio spettacolo.
Info
3403769613 – 3282862885 – 3277372824 – 3200119048
teatrocomunaledinovoli@gmail.com
www.teatrocomunaledinovoli.com
Facebook: Teatro Comunale di Novoli

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi