Il pianista siriano Aeham Ahmad a Copertino per Fineterra

0

Fineterra – Salento Negroamaro, rassegna culturale itinerante promossa dall’Istituto di Culture Mediterranee con il sostegno della Regione Puglia, prosegue con il concerto del musicista che ha commosso il mondo suonando il suo pianoforte in mezzo al desolante scenario delle macerie e delle case sventrate dalla guerra di Yarmouk, un campo profughi palestinese a sud di Damasco.

Prosegue nell’Ex Convento delle Clarisse di Copertino, in provincia di Lecce, Fineterra – Salento Negroamaro, rassegna culturale itinerante che quest’anno è dedicata a Nostos: dialoghi sul mare dei ritorni.

Sabato 18 febbraio (ore 20 – ingresso libero), in collaborazione con Salento Crocevia G. Giannotti, spazio al Concerto per un Mediterraneo di pace con Aeham Ahmad, pianista siriano che ha commosso il mondo suonando il suo pianoforte in mezzo al desolante scenario delle macerie e delle case sventrate dalla guerra. Il giovane artista, da un anno e mezzo rifugiato in Germania insieme alla sua famiglia, è diventato celebre quando a Yarmouk, un campo profughi palestinese a sud di Damasco, ha deciso di rispondere al fragore delle bombe e al silenzio del terrore e della disperazione con il suono della sua musica, per lanciare un messaggio di speranza e di conforto. Il “pianista di Yarmouk”, come è stato ribattezzato in seguito alle sue performance, ha ritirato a Bonn il Premio Beethoven per l’impegno a favore di “diritti umani, pace, integrazione e lotta alla fame” e ha cominciato a tenere concerti in giro per l’Europa, con l’intento di sensibilizzare il pubblico sulla drammatica condizione dei suoi fratelli siriani e sull’assurdità della guerra. Nel 2016 ha anche pubblicato il suo primo album (Music for hope), che sarà parte integrante del tour italiano cominciato a Locorotondo il 6 gennaio.

Fineterra – Salento Negroamaro è una rassegna promossa dall’Istituto di Culture Mediterranee con il sostegno dell’assessorato alle Industrie culturali e turistiche della Regione Puglia, in collaborazione Cantieri Teatrali Koreja, Compagnia Teatrale La Busacca e Claudio Prima e con i comuni di Andrano, Casarano, Castrignano de’ Greci, Copertino, Cursi, Martano, Nardò, Otranto, Squinzano e Tuglie.

You might also like

Questo sito utilizza strumenti per il tracciamento delle informazioni sulla provenienza degli utenti Dettagli

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi