Premio Barocco: spettacolo, arte e cultura al Castello di Gallipoli

Venerdì 25 maggio alle ore 20 il Castello di Gallipoli accoglierà l’edizione numero quarantanove della manifestazione, in un’atmosfera suggestiva, tra arte e storia, che accoglierà ospiti e artisti in un clima incantato.

0

Si riapre il sipario sul Premio Barocco: ritorna puntuale, con forza e passione, l’evento di Fernando e Andrea Cartenì che ha portato la città di Gallipoli e la Puglia intera alla ribalta nazionale ed internazionale. Numerosi gli eventi in programma per una kermesse che, alla soglia dei cinquant’anni di storia, si attesta quale uno degli appuntamenti culturali più rilevanti su scala nazionale.

Ad aprire la manifestazione il Convegno dal titolo “Diritto processuale tributario: la riforma della giustizia tributaria” in programma per venerdì 11 maggio 2018 alle ore 16 presso l’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Salento. Al tavolo dei relatori il prof. Pier Luigi Portaluri, Ordinario di Diritto amministrativo Università del Salento, l’avvocato Maurizio Villani, tributarista, cassazionista, specializzato in diritto tributario e penale tributario, il senatore Luigi Vitali, avvocato e presentatore delle proposte di legge al Senato di Riforma della Giustizia Tributaria e di definizione delle liti fiscali pendenti e il g­­iurista e già ministro delle finanze e presidente emerito della Corte costituzionale della Repubblica Italiana, prof. Franco Gallo. A quest’ultimo, in occasione del Convegno, sarà conferito il Premio Barocco 2018. A moderare i lavori, il giornalista del Corriere del Mezzogiorno, Antonio Della Rocca.

Come tradizione, tra gli appuntamenti in programma, non mancherà quello con i Terra del Sole Award, il riconoscimento dedicato a chi, grazie alla propria professionalità, ha portato alto il nome della nostra regione nel mondo: l’evento, costola del Premio Barocco e intuizione del patron Fernando Cartenì, si terrà sabato 19 maggio alle ore 20:30 presso la storica e suggestiva Rotonda di Lido San Giovanni – Francesco Ravenna presso il Lungomare Galilei di Gallipoli. Una collaborazione, quella tra l’organizzazione dell’evento e Lido San Giovanni oramai storica e consolidata, grazie alla disponibilità della famiglia Ravenna, titolare della struttura.

L’appuntamento clou con il Premio Barocco si terrà venerdì 25 maggio alle ore 20: il Castello di Gallipoli la location che accoglierà l’edizione numero quarantanove della manifestazione, in un’atmosfera suggestiva, tra arte e storia, che accoglierà ospiti e artisti in un clima incantato.

A fare gli onori di casa, per il terzo anno consecutivo, il giornalista, conduttore e volto noto del TG1 Francesco Giorgino, che accoglierà premiati ed ospiti in un alternarsi di momenti istituzionali e di puro spettacolo.Prestigiosi e di caratura internazionale i nomi delle personalità che riceveranno la Galatea Salentina firmata come consuetudine dal maestro d’arte Egidio Ambrosetti di Anagni. Appartenenti al mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo e dell’imprenditoria, i premiati saranno l’atleta paralimpicaconduttrice televisiva Giusy Versace, il giornalista, conduttore televisivo, autore televisivo e scrittore italiano Roberto Giacobbo, l’attore Ennio Fantastichini, la cantautrice Malika Ayane, l’attrice Stefania Rocca, il comico e showman Angelo Pintus, il linguista, filologo e lessicografo Francesco Sabatini, la cantautrice Levante, il parroco del quartiere Parco Verde di Caivano don Maurizio Patriciello, il capo della Comunicazione e del marketing di Ferrarelle Michele Pontecorvo, il Capo di stato maggiore dell’Esercito il Generale Salvatore Farina, il docente di Scenografia Virtuale all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” Luca Ruzza, il giornalista, saggista e conduttore televisivo Gianluigi Nuzzi.

Ad accogliere artisti ed ospiti nell’atrio del Castello di Gallipoli il patron Fernando Cartenì che inaugurerà la serata con il brindisi di benvenuto con le bollicine dell’azienda vinicola Cantine Paolo Leo, momento che segnerà l’inizio di una serata all’insegna delle eccellenze, che proseguirà con la cena a cura di Bon Ton, catering di Villa Vergine.

Sarà la musica a fare da sottofondo musicale alla serata di Gala nella suggestiva sala ennagonale del Castello, grazie al contributo della formazione Maurizio Petrelli & Friends, che riserverà agli intervenuti un ingresso in chiave swing.

La complessa macchina organizzativa del Premio Barocco è resa possibile, come tradizione, grazie alla fattiva cooperazione di più soggetti territoriali: a partire dal Comune di Gallipoli nella persona del primo cittadino, Stefano Minerva e dell’Assessore alla creatività, turismo, spettacolo e commercio Emanuele Piccinno, alla storica e proficua collaborazione con l’Università del Salento, nell’impegno personale del Magnifico Rettore dell’Università del Salento, prof. Vincenzo Zara, dalla collaborazione con il Castello di Gallipoli nelle persone del Direttore dott.  Luigi Orione Amato e il Direttore artistico arch. Raffaela Zizzari, sino al contributo di tutti gli operatori turistici della città bella.

 Non mancano le collaborazioni con le professionalità territoriali attive nel campo della comunicazione, a partire da quella, storica, con l’agenzia Ideazione creative factory di Laura Stefanelli cui è affidata la gestione della segreteria organizzativa e che ha firmato il visual dell’edizione 2018 riprendendo graficamente elementi decorativi di chiara ispirazione salentina, sino a 3M Lab che ha firmato il sito web dell’evento visitabile al dominio premiobarocco.com.

Di particolare rilievo il contributo tecnico del Comitato scientifico del Premio Barocco, che vede la partecipazione di numerose personalità appartenenti al mondo dell’arte, dello spettacolo e della cultura in genere.  Una realtà fondamentale che, alle soglie delle celebrazioni della cinquantesima edizione del Premio Barocco, ha visto rinnovare le cariche e le competenze. Le redini del Comitato sono tenute dal patron Cartenì ad oggi affiancato, nelle vesti di presidente, dall’avvocato Pasquale Corleto, dal prof. Vincenzo Zara, Magnifico Rettore dell’Università del Salento, il prof.  Domenico Fazio, Prorettore Vicario e professore ordinario di storia della filosofia Dipartimento di studi Umanistici dell’Università del Salento, l’avvocato Maurizio Villani, l’avvocato Francesco De Jaco e l’avvocato Pietro Quinto.

 

 

 

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi