Ricetta Ricchitelle e pizzarieddhri (o minchiarieddhri)

0

Ricetta Ricchitelle e pizzarieddhri (o minchiarieddhri)

Servono solo pochi ingredienti: acqua, farina, spianatoia, coltello, filo di ferro

Preparazione: Sulla spianatoia, disponiamo a fontana la farina (che può essere di grano o di orzo, a seconda dei gusti!) e versiamoci una parte dell’acqua e iniziamo ad impastare con movimenti circolari. Aggiungiamoci un pizzico di sale e, poco alla volta, un po’ di acqua fino a quando l’impasto non diventa sufficientemente elastico, liscio e omogeneo. Prendiamone, poi, una parte e realizziamo con le mani un cordoncino di circa 1 cm di diametro, per poi tagliarlo in pezzetti di 2/3 cm.

Per la preparazione dei minchiareddhi, utilizziamo “lu fierru te la pasta”, un fil di ferro quadrato di pochi millimetri di diametro e lungo c.a. 30 centimetri che veniva già utilizzato dalle nostre nonne, e pressiamolo con leggerezza su ciascun pezzetto di pasta, con il palmo della mano facciamo un movimento rotatorio, sfiliamo il maccheroncino cavato e posiamolo su uno strofinaccio su cui è stata spolverata un po’ di farina.

Per la preparazione delle orecchiette prendiamo invece un coltello dalla punta arrotondata, esercitando una leggera pressione, trasciniamo il pezzo di pasta con la punta del coltello sulla spianatoia, in modo da curvarlo.

A questo punto stacchiamo dal coltello la pasta e rivoltiamola, dandole la forza di un dischetto.

Non resta che mettere sul fuoco l’acqua, cuocerla e condirla con un buon sugo… Buon appetito!

You might also like

Questo sito utilizza strumenti per il tracciamento delle informazioni sulla provenienza degli utenti Dettagli

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi