Un tour fra le dieci mete imperdibili dall’Adriatico allo Ionio

Tra spiaggia fine e alta scogliera, vi proponiamo un tour di alcune delle mete più spettacolari che il Salento ha da offrire.

0

La primavera è stata molto clemente quest’anno nel Salento. Già in aprile le calde giornate di sole hanno portato sulle spiagge i primi coraggiosi nuotatori, e all’arrivo di giugno, quando la stagione balneare decolla, la temperatura del mare ormai è adatta a tutti, temerari e freddolosi. Quindi, senza alcuna esitazione, ora è il periodo migliore per visitare alcune zone balneari del Salento prima che inizino ad affollarsi in luglio e agosto. A giugno è ancora possibile godersi i luoghi più popolari senza venire disturbati nella propria quiete. Vi proponiamo, dunque, un tour di alcune delle spiagge più spettacolari che il Salento ha da offrire.

La Poesia

Questa piscina naturale è il risultato del crollo di una grotta preesistente e si trova a Roca, sul mare Adriatico. Le acque cristalline della piscina sono abbastanza profonde da permettere a innumerevoli persone di riunirsi qui durante l’estate e tuffarsi da un’altezza di 4-5 metri. Dalla piscina si può facilmente nuotare in mare aperto attraverso un tunnel sotto la roccia, e qui i più coraggiosi possono saltare da un’altezza di circa nove metri. Nella parte interna della piscina un passaggio “segreto” sott’acqua porta alla cosiddetta “Poesia Piccola”, un’altra grotta senza tetto, che è anche un importante sito archeologico.

Baia dei Turchi

Si narra che questo sia il punto di approdo dell’invasione turca che martirizzò ottocento abitanti di Otranto nel 1480. Non vi è ovviamente rimasta alcuna traccia su questa bella spiaggia sabbiosa pubblica incuneata tra rocce basse. Qui non vi sono bar, ombrelloni, musica ad alto volume. Solo il suono dei grilli della pineta entro la quale è necessario passare a piedi per raggiungere la spiaggia, e il suono melodioso delle onde che accarezzano la sabbia. Davvero un luogo tranquillo e incontaminato ora, prima dell’invasione di turisti e locali nei mesi centrali dell’estate.

Porto Badisco

Oltrepassando Otranto, una splendida destinazione in sé, specialmente ora, prima del momento clou della stagione estiva, si può raggiungere Porto Badisco. Questo minuscolo villaggio di pescatori è composto da poche case posizionate sulle scogliere sopra una minuscola insenatura, dove piccole barche sono legate alla roccia e tra loro con una intricata rete di funi. In fondo all’entrata una piccola spiaggia ospita i suoi visitatori in una vera e propria piscina naturale. In molte zone è possibile saltare giù dalle rocce, per un indimenticabile bagno rigenerante.

Castro

C’è un motivo per cui la definiscono “la perla del Salento”. Bella e preziosa, questa affascinante cittadina, fu l’approdo di Enea secondo Virgilio e un tempio in onore della dea Minerva era meta di viaggiatori da tutto il mondo antico. Oggi non è solo una importante destinazione archeologica, ma una meta da sogno per chi cerca un mare cristallino. Non ci sono spiagge sabbiose, ma ci si può tuffare nelle acque limpide direttamente dal molo o da un pedalò a noleggio. Un servizio in barca può portarvi a visitare le numerose grotte costiere, tra cui la spettacolare “Grotta Zinzulusa”.

Acquaviva

“Acquaviva” è il nome di questa incantevole insenatura a pochi chilometri a sud vicino il minuscolo paese di Diso. Alte scogliere si ergono su entrambi i lati e le sorgenti di acqua dolce mantengono il mare fresco anche nei periodi più caldi dell’estate. Terrazze e gradini costruiti sotto le rocce regalano cornici stupende in cui prendere il sole e piattaforme da dove è possibile immergersi in acqua. C’è una piccola spiaggia e un bar in fondo ai numerosi gradini che scendono dal parcheggio. Vi consigliamo di non attendere troppo per andare a visitarla, o presto sarà difficile anche solo trovare un posto per la propria auto…

Santa Cesarea Terme

Se non si tollera la sabbia e si è alla ricerca di un’esperienza diversa dalla solita vita da spiaggia, Santa Cesarea Terme è il posto adatto. Grazie alle sue calde sorgenti sulfuree, questa città offre un grande centro benessere e varie grotte con acque sulfuree, all’interno delle quali ci si può concedere rilassanti trattamenti con fanghi caldi e minerali nei bagni termali. Esistono anche delle zone rocciose da cui ci si può tuffare direttamente nelle profonde acque blu.

Marina di Pescoluse

Questa spiaggia di sabbia bianca e finissima che si estende per otto km lungo la parte bassa della costa ionica a Salve, è anche conosciuta come le “Maldive del Salento”. Le acque sono poco profonde e cristalline, e con la bassa marea compaiono banchi di sabbia che sembrano piccole isole, da cui il soprannome. Protetto da file di dune, è il luogo ideale per bambini e adulti, e i tramonti qui sono da mozzare il fiato.

Porto Selvaggio

A nord di Gallipoli, un’altra ben nota destinazione turistica, la costa si eleva nuovamente formando alte falesie. Porto Selvaggio è un parco nazionale immerso nella pineta, perfetto per il trekking o la mountain bike, con una spiaggia di ciottoli ombreggiata dagli alberi e fiancheggiata da rocce piatte perfette per prendere il sole. È molto popolare in alta stagione, ma ideale a giugno. Dopo una bella camminata in discesa lungo la costa rocciosa, il posto regala comunque un sacco di posti da cui tuffarsi in acqua che rimangono meno affollati anche in agosto. Le sorgenti di acqua dolce mantengono l’acqua piacevole e fresca.

Porto Cesareo

In alta stagione le spiagge dietro le dune a nord di Porto Cesareo sono gremite. Il nostro consiglio non può che essere “Andateci adesso!”. Porto Cesareo è la meta perfetta per chi ama trascorrere ore su un comodo lettino sotto l’ombrellone mentre i bambini giocano tranquillamente in acque poco profonde, oppure per chi sogna di sorseggiare davanti al mare un caffè ghiacciato con latte di mandorle!

Punta Prosciutto

Arrivati ​​nella parte settentrionale della costa ionica del Salento, troviamo Punta Prosciutto, di cui ormai si conoscono le parole chiave: acque turchesi, trasparenti e sabbia bianca! Qui le acque basse diventano rapidamente più profonde, rendendo i colori ancora più incantevoli alla vista. La spiaggia è circondata da dune e dalla tipica macchia mediterranea. I lidi sono suggestive baracche sulla spiaggia che servono pranzi semplici.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi